ARGOMENTI DI MEDICINA AERONAUTICA
ARGOMENTI DI MEDICINA AERONAUTICA
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, ARGOMENTI DI MEDICINA AERONAUTICA
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, ARGOMENTI DI MEDICINA AERONAUTICA

ARGOMENTI DI MEDICINA AERONAUTICA

Prezzo di listino
€30,00
Prezzo scontato
€30,00
Prezzo di listino
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Argomenti di Medicina Aeronautica

Pagine n° 272
Dimensioni larghezza 17,5 - altezza 25,5

Edizioni Rivista Aeronautica

INDICE DEGLI ARGOMENTI TRA LE IMMAGINI DOPO LA COPERTINA

Descrizione:
Volume curato da Giuseppe Ciniglio Appianicon pagine di documentazione fotografica.

 

Il libro, scritto da Ufficiali Medici dell’Aeronautica Militare italiana, tratta i principali argomenti di medicina aeronautica. Gli autori hanno sviluppato le diverse tematiche mettendo a frutto il bagaglio culturale e l’esperienza pratica maturati presso il Reparto Medicina Aeronautica e Spaziale del Centro Sperimentale Volo. Esso è scritto in modo semplice e discorsivo ed è rivolto a piloti, medici, tecnici e a tutti gli appassionati che vogliono approfondire le loro conoscenze di questo affascinante “ambiente estremo”.

 

Il Reparto Medicina Aeronautica e Spaziale del Centro Sperimentale Volo trova le     proprie origini nel secolo scorso quando, dopo un periodo di particolare fermento scientifico, il 01.07.1938 fu costituito il Centro Studi e Ricerche di Medicina Aeronautica.

Il Centro fu insediato a Guidonia presso il Reparto Alta Quota dell’aeroporto ed era affiancato da due Centri Sussidiari situati a Tonno presso l’istituto di Fisiopatologia Umana dell’Università e a Milano presso il Laboratorio di Psicologia Sperimentale della Università Cattolica del Sacro Cuore.

Durante la seconda guerra mondiale le attività del Centro si esaurirono progressivamente a causa delle distruzioni belliche e soprattutto delle nuove necessità di assistenza degli aviatori in zone di guerra, di evacuazione aeromedica, di profilassi di malattie infettive e contagiose.

Nel 1946 fu ricostituito a Roma un “Nucleo di Studi e Ricerche di Medicina Aeronautica” che divenne nel 1951 Centro Studi e Ricerche di Medicina Aeronautica.

Nel 1986 il Centro si trasferisce presso l’Aeroporto di Pratica di Mare e assume la denominazione attuale di Reparto Medicina Aeronautica e Spaziale, dapprima inquadrato nella Divisione Aeronautica Studi Ricerche e Sperimentazioni e successivamente, dal 1999 nel Centro Sperimentale Volo.

Il Reparto, diretto da un Colonnello medico, comprende una struttura di coordinamento e controllo- Ufficio Coordinamento, Studi e Verifiche Tecniche - e tre articolazioni tecniche guidate da ufficiali medici: Gruppo Alta Quota e Ambienti Estremi, Gruppo Biodinamica, Gruppo Fattori Umani.

Il Reparto rivolge attualmente la propria attività verso due settori principali: l’addestramento aerofisiologico del personale aeronavigante e la sperimentazione e ricerca sugli aspetti tipici dell’attività di volo (Ipossia, ipobarismo, accelerazioni, ecc.). L’attività si svolge con l’impiego di laboratori specialistici e di sofisti cati apparati che simulano le condizioni aerofisiologiche tipiche dell’uomo in volo.

L’attività di addestramento si sviluppa attraverso corsi a carattere generale (basico, periodico ed iniziale) e corsi monotematici (ipobarismo, disorientamento spaziale e visione notturna) ch trattano argomenti di medicina aeronautica strettamente legati all’attività di volo.

L’attività di sperimentazione, a terra ed in volo, è finalizzata allc studio delle problematiche operative della medicina aeronautica ed alla valutazione biomedica di materiali, equipaggiamenti e procedure di interesse aeronautico.